GITA 15 Maggio – GEMINA- km 60 – adatta a E-bikers o cicliste/i allenati. 

 Ecco una gita suggestiva e adatta a chi ha voglia di pedalare strong. Si parte da Trieste stazione ore 8.16 ed  arrivo 8.39 a Monfalcone. Costo 2,8 treno + 3,5 bici. Ritrovo davanti alla biglietteria ore 7.55 – biglietti in autonomia. Arrivati con il treno a Monfalcone faremo una piccola sosta nel bar adiacente, e partiremo verso san Polo dove andremo a costeggiare il lago delle Mucille. Una volta erano tre, ora uno solo. Si sono formati sul fondo delle cave d’estrazione d’argilla negli anni Venti e Trenta del Novecento dando vita a un habitat palustre unico nel territorio. Durante i periodi eccezionalmente piovosi la zona umida e ristagnante della valle delle Mucille si allaga per l’innalzamento della falda. Respiriamo a pieni polmoni e –  bypassata la autostrada- andremo a passare dieci minuti al Centro Visite di Pietrarossa, dove viene illustrata la flora e la fauna del luogo. Con una modica offerta libera ci sono bevande o dolcetti per chi volesse una piccola pausa. Da qui si comincia lentamente e gradualmente a salire con una carrareccia che ci porterà sulla strada 55 nei pressi di Jamiano. Pochi km di facile asfalto e si prende una altra campestre nei boschi per salire verso Medeazza. La faremo molto piano e chi vuole può portare a mano un piccolo tratto. Da qui ci dirigiamo a Ceroglie passando per monte Kohisce, con una incredibile vista sul golfo. Arrivati a Ceroglie siamo subito a Malchina dove comincia il vero sentiero GEMINA.E’ stata chiamato cosi a memoria della strada romana. Nota storica: la Via Gemina era una strada romana che univa Aquileia ad Emona. Il significato del suo nome deriverebbe o dal fatto che partiva da Aquileia come la “strada Gemella” della Via Postumia, oppure dal fatto di essere stata costruita dopo il 14 a.C. dalla legio XIII Gemina, che a quel tempo si trovava nella città della Venetia et Histria, Aquileia. Sono solo 16 km fino a Sgonico, ma ci sono alcune salite e dopo Prepotto ci sono lavori di miglioramenti in corso. Eliminereno alcuni passi difficili , e prima di  Sgonico ci aspetta un rebechino in osmizza a Samatorza da Gruden, con  sosta ristoratrice . Chi vuole pranzo al sacco potrà farlo.  Si prega comunicare la disponibilità, grazie. Poi   si passa per Sgonico e da qui la salita di 1,2 km verso  Sagrado di Sgonico; in caso portare un po’ la bici a mano se occorre. Scendiamo e siamo a Rupingrande che ci porta fino a Monrupino, fine sentiero Gemina. Da qui discesa verso Fernetti e passiamo il confine ad Orlek, e poi Trebiciano, Padriciano e San Giuseppe della Chiusa con la discesa finale verso San Giacomo. Fine della gita e gelato (offerto a tutti) in Campo San Giacomo per salutarci. Da qui ognuno torna in città o alla stazione se ha lasciato un mezzo. Il percorso di 60 KM è facile nei primi 15 km , poi con saliscendi ed in finale ultimi 15 km in pianura e discesa. Sterrato 60% asfalto 40%. 

Qui scarichi mappa e gpx per GPS

——————————————————

L’ escursione  è riservata agli iscritti FIAB , per l’ anno 2022….. se non lo siete  potete farlo  in sede ULISSE,  tutti i giovedì dalle 18.30 alle 20.00 oppure con procedura on-line sul nostro sito o quello nazionale, oppure ancora di persona, prima della partenza della gita.
Per l’ iscrizione alla  gita potrete  passare in sede ULISSE, via del Sale 4/b, giovedì 12 maggio ore 18.30 – 20.00, oppure inviare mail a elioragnetti@gmail.com  oppure whatsapp  3400959686.
NON SARANNO AMMESSE ISCRIZIONI ALLA GITA PRIMA DELLA PARTENZA.
Liberalità pro ULISSE , 3 EURO. 
 ———————
ATTENZIONE: dato il periodo di emergenza sanitaria è consigliato tenere sempre le distanze di sicurezza e la mascherina in caso di assembramento, soprattutto nelle soste e rispettare le indicazioni del capo gita. Meglio avere con sé, una soluzione disinfettante per le mani. Per il GREEN PASS e la MASCHERINA adeguarsi alle nuove normative in vigore dal 1 Maggio 2022.

IL GRUPPO GITE FIAB TRIESTE ULISSE

Totale visite n°: 128