Domenica 21 maggio si svolgerà una pedalata che unirà la scoperta delle bellezze del Carso isontino, sloveno e triestino alla visita del centro Cave Nove, un nuovo spazio per il benessere e di sperimentazione di percorsi rivolta alle persone in contatto con i servizi di salute mentale.

Alle 9.00 ci si troverà in stazione per caricare le biciclette sul treno che porterà i partecipanti fino a Gorizia. Da li si comincerà a pedalare attraverso splendidi vigneti fino a raggiungere Gradisca. Superato il fiume Isonzo si risaliranno le alture del Polazzo fino a raggiungere il lago di Doberdò dove ci si fermerà per un pranzo al sacco. Poi si attraverserà il confine per raggiungere Brestovica da dove partirà un percorso sterrato che permetterà di superare le colline che fanno da confine tra Italia e Slovenia per poi raggiungere Aurisina e il centro Cave Nove. Qui ci sarà una pausa dove ci sarà un momento di conoscenza reciproca e condivisione delle attività e delle finalità di questo nuovo spazio di benessere e salute. Verso le 17 si rimonterà in sella per concludere la pedalata in Piazza Unità.

La pedalata è di difficoltà media, lunga 59km, in parte su strade bianche e con alcuni dislivelli da superare. E’ consigliato avere bici da trekking o MTB che dovranno essere in perfetto stato di manutenzione. Casco consigliato.

Per partecipare bisogna essere soci FIAB e le iscrizioni si faranno giovedì 18 maggio dalle 19.00 alle 20.30 in via del Sale 4/b. Il numero degli iscritti è limitato a 30 che è la capienza massima di bici che si possono cariare sul treno.

L’iniziativa è organizzata da FIAB Trieste Ulisse e dalla Comunità di San Martino al Campo con la collaborazione del DSM, Polisportiva Fuori Centro, l’associazione Aria’, la cooperativa Basaglia e il patrocinio della Consulta regionale delle persone disabili.

Totale visite n°: 516