1408AM01-0038
È partito, domenica dieci agosto, un nuovo servizio sperimentale gratuito di trasporto intermodale bici + autobus. 25 ciclisti, soci di FIAB Trieste Ulisse, hanno colto l’occasione per provare il nuovo servizio che rappresenta l’unico collegamento tra Grado con Trieste con il trasporto della propria bicicletta. I cicloturisti che fino ad oggi hanno desiderato attraversare il golfo evitando strade non particolarmente sicure, sapranno che il Delfino Verde consente il trasporto di sole due biciclette per ogni viaggio. Fortunatamente la Regione ha colto l’occasione per fornire un servizio di cui si sentiva l’esigenza, integrandolo anche con un ulteriore servizio tra Grado e Udine.

Grazie a queste nuove linee, finanziate dal programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Slovenia “Interbike”, è ora possibile raggiungere Grado (e ritornare a Trieste) con ben 30 biciclette a seguito, trasportate in tutta sicurezza su di un apposito carrello. Ma non solo, sono previste anche delle fermate intermedie, così che il ciclista possa scegliere liberamente il suo percorso.

Il servizio è attivo nei giorni festivi e prefestivi; per usufruire del trasporto è necessario effettuare una prenotazione sul sito di Alibus, il concessionario del trasporto, a questo link http://www.alibus.it/landing/biketour/. Possono salire sul veicolo soltanto i ciclisti con bicicletta a seguito. Il tragitto prevede la partenza da Trieste altipiano (Basovizza, ex motel Rosandra, incrocio SS14 – strada per San Lorenzo), da Trieste centro (stazione autocorriere), da Sistiana centro (distributore Esso), da Monfalcone via Grado (fermate APT vicine a Kinemax), da Fossalon viale della Vittoria (nei pressi dell’incrocio con SP19) per arrivare a Grado alla stazione delle Autocorriere e viceversa, con più corse giornaliere. È importante verificare gli orari dal sito perché, essendo questo un servizio sperimentale, possono presentarsi delle variazioni dovute all’ottimizzazione degli spostamenti e alle verifiche dei tempi di carico/scarico.

La Regione Friuli Venezia Giulia con questo progetto offre nuove opportunità per integrare l’offerta turistica balneare con l’offerta culturale cittadina e gli ambienti naturali del Carso. Ad esempio il turista che da Grado arriva a Trieste in bici può visitare la città, così come può proseguire a visitare gli ambienti naturali quasi alpini della splendida Val Rosandra o perdersi tra i colori e i panorami offerti dall’altipiano del Carso. Per i cicloturisti permette di raggiungere facilmente la ciclopedonale Cottur (Val Rosandra) e la Parenzana e seguire le direttrici AdriaBike, EuroVelo EV8 ed EV9, così come invece da Grado connettersi alla ciclovia Alpe Adria.

Domenica, una delegazione di Ulisse-FIAB ha potuto constatare l’efficienza del servizio, organizzando una gita di prova partita dalla stazione delle autocorriere di Trieste, per raggiungere Basovizza. L’autobus è arrivato puntuale, guidato da un gentilissimo autista che li ha aiutati con professionalità e cortesia nel carico delle biciclette.

Il carrello, che si apre lateralmente, permette il trasporto di 30 biciclette appese tramite un gancio al tetto, queste poi vengono assicurate, con un altro gancio, al pavimento. Meglio sistemarle alternando il verso delle  ruote anteriore/posteriore, così che ci sia più spazio tra un manubrio e l’altro. I ganci  fanno sì che le bici non sbattano e allo scarico recuperarle è piuttosto semplice, sempre meglio però farsi aiutare da qualcuno se non si è molto sportivi o se si ha una bicicletta pesante.

La gita FIAB quindi è partita da Basovizza per attraversare Padriciano, Trebiciano, Borgo Grotta, Repen, salire a Colludrozza e raggiungere Prepotto per la pausa pranzo. La gita è adatta anche ai pedalatori non esperti, un solo breve tratto in salita si trova tra Repen e Colludrozza, la strada è tutta asfaltata ad eccezione di due brevi tratti prima e dopo Prepotto. A Prepotto, quindi, la sosta in Osmiza è dovuta, si pranza chiacchierando allegramente ma si rimonta in sella alla svelta per raggiungere Sistiana dove fa sosta il pullman che ci riporta nuovamente a Basovizza. Prendiamo la cilclabile Giordano Cottur e la percorriamo in discesa fino a San Giacomo, arrivo della gita.

Altre gite saranno sicuramente sperimentate da FIAB, è quindi possibile passare in sede il giovedì sera tra le 19.00 e le 20.30 per chiedere informazioni sul percorso di questa gita o consigli su  altri possibili tracciati. Altrimenti è possibile prenotare le tratte desiderate in autonomia, facendo riferimento al link di Alibus citato all’inizio di questo articolo.

Il servizio rimarrà attivo fino al 12 ottobre 2014, l’avete già provato? Lasciateci la vostra impressione nei commenti all’articolo o sulla nostra pagina Facebook.

1408AM01-0043 1408AM01-0046 1408AM01-0049 1408AM01-0056 1408AM01-0058 1408AM01-0087 1408AM01-0091 1408AM01-0097 1408AM01-0158 1408AM01-0160 1408AM01-0186

Totale visite n°: 1495