Newsletter

In queste giornate invernali ci viene voglia di estate e di programmare escursioni e ciclovacanze, guardiamo le varie proposte e molte di queste prevedono di raggiungere l’inizio del viaggio in luoghi molto distanti da noi, perciò dovremo usare il treno o addirittura l’ aereo….ma come possiamo portare con noi la NOSTRA FEDELE COMPAGNA DI VIAGGIO…?Ecco, allora che GIOVEDÌ 7 FEBBRAIO 2019 alle ore 19.30 in sede ULISSE in via del SALE 4/b , faremo un incontro per raccontare come fare un pacco BICI, fai da te, per affrontare un viaggio in treno oppure in aereo. Spiegheremo anche come organizzare le sacche bici con le cose utili e immancabili da portare. Vi invitiamo pertanto, a partecipare numerosi …non sarete delusi l’ argomento è molto interessante . Potrete anche sentire le prime anticipazioni sul CALENDARIO GITE 2019 e per chi non l’ ha ancora fatto, avrà la possibilità di tesserarsi.
IL GRUPPO GITE FIAB TRIESTE ULISSE

Totale visite n°: 74

Per chiedere l’attuazione di politiche e progetti favorevoli all’uso sicuro della bicicletta nella nostra città.

Chiedo ai futuri amministratori della città e della provincia di Trieste che nel loro mandato:

1.  Si adoperino affinché la ciclabilità sia parte integrante del futuro piano del traffico.

2.  Realizzino il percorso ciclabile dalle Rive all’infopoint di San Giacomo.

3.  Permettano alle biciclette la circolazione sulle corsie preferenziali dei bus.

4.  Si adoperino affinché si realizzi una pista ciclabile che attraversi il Porto Vecchio.

5.  Realizzino parcheggi per biciclette.

6.  Si adoperino affinché si possano caricare almeno 10 bici sul Delfino Verde

Dati aggiornati al 27.04.2011: Raccolta itinerante :1502  On line 164

Informativa sulla privacy


Se vuoi aiutarci, clicca qui per  scaricare il modulo per la raccolta delle firme.

Qui scarichi il volantino!

Totale visite n°: 800

Ecco il calendario per gli eventi previsti per le elezioni del rinnovo del consiglio comunale del Comune di Trieste e che riguardano da vicino la mobilità in bicicletta:

Totale visite n°: 377

Sabato 23 e  domenica 24 ottobre ritorna l’appuntamento Ulissico più avventuroso della stagione! Ulisse-FIAB ti invita alla 13.ma edizione di

CARSO BORA E VIN BRULE’!

L’ormai tradizionale mini-raduno autunnale quest’anno propone la scoperta dei luoghi, dei colori e dei profumi ricchi di fascino propri dell’altipiano Carsico tra Gorizia e Trieste.

Ecco il programma di massima che prevede un percorso di media difficoltà sia in territorio Italiano sia in quello Sloveno.

Sabato 23 ottobre, partenza dalla Stazione ferroviaria di Gorizia alle ore 12.30 (l’ultimo treno utile da Mestre arriva alle 12.19) da dove in gruppo inizieremo a pedalare per raggiungere con un percorso di circa 50 km su asfalto con brevi tratti di sterrato, l’ostello scout di Prosecco (TS) che ci ospiterà.

Sarà disponibile un servizio di trasporto bagagli dalla stazione di Gorizia all’ostello; durante il percorso sarà offerto un “rebechin” energetico.

L’arrivo all’ostello è previsto per le ore 17.30, dove ci aspetta la tradizionale cena seguita da balli, musica e vin brulé.

Domenica 24 ottobre partenza alle ore 9.00 in direzione di Gorizia che verrà raggiunta con un percorso panoramico che si svolge sempre sul Carso, diverso da quello del giorno precedente.

La stazione di Gorizia sarà la meta finale del giro, dove prevediamo di arrivare entro le ore 15.00 (primo treno utile per Mestre alle ore 15.40).

Chi lo desidera potrà fare con noi una breve visita alla città.

Il costo della partecipazione è di 70 € di cui :

a) 50 € di acconto sono da versare con bonifico sul c/c di Ulisse-FIAB all’atto dell’iscrizione e comprendono il pernottamento a mezza pensione nell’Ostello Scout di Prosecco.

Sono disponibili 2 stanze doppie che verranno assegnate secondo la data del bonifico dei richiedenti;

le restanti stanze sono multiple con letti a castello

Il servizio in ostello fornisce le lenzuola e la federa ma non include gli asciugamani.

b) 20 € serviranno ai partecipanti per pagare direttamente durante la gita i servizi seguenti:

– pranzo “rebechin” sabato

– pranzo al sacco di domenica

– trasporto bagagli sabato da Gorizia all’Ostello

LE ISCRIZIONI SI CHIUDONO ENTRO VENERDI’ 15

Allenatevi a pedalare contro vento … Noi vi aspettiamo!


MODALITA’ D’ISCRIZIONE

1)    Effettua il versamento via bonifico bancario sul C/C della Deutsche Bank:

– Intestato a:                           Ulisse-FIAB

– Codice IBAN:                         IT29L0310402200000000820733

– Importo:                                 50 € (a persona)

– Causale:                                              scrivere il codice”CBVB10” seguito da nome e cognome; in caso di versamento comprensivo di più iscrizioni specificare nella causale il nome e cognome di tutti i partecipanti per i quali si effettua il pagamento.

Ricorda di portare con te alla gita la copia del bonifico in modo da facilitare eventuali verifiche.

2)   Compila la scheda d’iscrizione e  quella degli altri iscritti se hai fatto un versamento per più persone (ogni partecipante una scheda) e inviala/e in allegato al messaggio di richiesta d’iscrizione all’indirizzo: info@ulisse-fiab.org;

Per ulteriori informazioni o per avere conferma della tua iscrizione puoi:

  • chiamare il numero 335 8045434 oppure il numero 040 945153 dalle 20 alle 21.30
  • inviare un SMS al 335 8045434; verrai richiamato sempre in ore serali.
  • Inviare una mail all’indirizzo info@ulisse-fiab.org

LE ISCRIZIONI SI CHIUDONO VENERDI’ 15 OTTOBRE

o al raggiungimento del numero massimo di partecipanti (60 posti letto)

Ricorda che:

  • La carta d’identità è indispensabile per circolare in Slovenia.
  • Le luci anteriori e posteriori devono essere efficienti.
  • È importante per la tua sicurezza personale controllare il buon funzionamento del cambio, dei freni, stato dei copertoni.
  • Di portare la camera d’aria di scorta.
  • La gita è riservata ai soli soci FIAB; se non lo sei ancora, potrai iscriverti alla nostra
    associazione versando 20 € aggiuntivi alla quota d’iscrizione alla gita.
  • La manifestazione inizia alla Stazione di Gorizia alle ore 12.30 di sabato 23 ottobre
    e si conclude alle ore 15.00 di domenica 24 ottobre alla Stazione di Gorizia.
  • La tessera sanitaria è necessaria per la copertura sanitaria in Slovenia.

SCARICA QUI IL VOLANTINO

SCARICA QUI LA SCHEDA DI ISCRIZIONE

SCARICA QUI I FILES GPS E LE MAPPE DEI PERCORSI

Totale visite n°: 332

L’unione fa la forza, giro virtuale fra le  esperienze di reti di associazioni a favore della bici nel mondo… beh, almeno in Europa.

#salvaiciclisti
http://www.salvaiciclisti.it/
#salvaiciclisti è un movimento popolare e spontaneo, nato e velocemente cresciuto sulla rete, che chiede alla politica interventi mirati per aumentare la sicurezza dei ciclisti sulle strade italiane sulle quali sono morti negli ultimi 10 anni 2.556 ciclisti. Sul blog oltre al manifesto in otto punti, e la lettera “caro sindaco” trovate materiali utili a promuovere nelle vostre realtà le istanze per la sicurezza dei ciclisti. da qui potete aderire al l gruppo facebook

FIAB – Federazione Italiana Amici della Bicicletta
http://www.fiab-onlus.it/
Associazione di protezione ambientale, raccoglie numerose associazioni italiane. Svolge un’azione di studio, formazione, e promozione nonché di lobbyng presso le amministrazioni pubbliche. Il suo sito è un po’ caotico, ma sempre aggiornato e ricchissimo di informazioni, documenti e link utili.

Bicitalia
http://www.bicitalia.org/
La proposta della Federazione Italiana Amici della Bicicletta – Fiab onlus per una Rete Nazionale di Percorsi Ciclabili da collegare alla rete ciclabile europea Eurovelo

EUROVELO
http://www.ecf.com/14_1
progetto per la realizzazione di corridoi ciclabile europei, da Cadice a Helsinki a Salonicco etc etc e la promozione del cicloturismo senza confini promossa da ECF

ECF European Cyclists’ Federation
http://www.ecf.com/
fondata nel 1983, conta oggi 56 organizzazioni dislocate in 38 paesi. Fra gli obiettivi della ECF: promuovere l’uso della bici, attraverso tutta l’Europea, sollecitare le politiche europee a favore della mobilità ciclabile e della sicurezza stradale, promuovere il ciclo-turismo anche come fattore di sviluppo locale sostenibile,..

UFFICIO BICICLETTE
http://www.ufficiobiciclette.it/
una rete tra gli Enti Locali italiani che hanno attivato un ufficio biciclette, consapevoli che la bicicletta rappresenta una scelta fondamentale per una mobilità sostenibile e che anzi rappresenta l’unica vera alternativa al trasporto motorizzato nelle città (SIC!) . Sito chiaro ricco e affidabile. Trovi notizie, documenti, filmati, consigli utili …. ma dovrebbero leggerli gli amministratori non solo i ciclisti!

Città ciclabili
http://www.cittaciclabili.it/modules/mdl_fattiNotizie/
rete di amministrazioni comunali promuovere nel Paese ed in particolare nelle aree urbane l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto e di fruizione naturale del territorio. Iniziativa lodevole, sito un po’ meno. La pagina che val la pena visitare è quella delle news

.
VELO-CITY
http://www.velo-city2013.com/

Dal 1980 la più importante conferenza itinerante sui temi della mobilità urbana ciclabile: Prossima edizione nel giugno 2013 vicino casa: Vienna … città della musica … il titolo immancabilmente é:  “The Sound of Cycling – Urban Cycling Cultures“

Totale visite n°: 392

Il nostro gioco di parole preferito per offrire un “capo” e brioche a chi la mattina si reca al lavoro in bicicletta (per i non triestini: “capo in bi” è il modo per chiedere un caffè macchiato in bicchiere)

Totale visite n°: 312

Neanche un metro di ciclabile realizzato in 3 anni a Trieste. Questa la costatazione che fa l’associazione di ciclisti urbani FIAB Trieste Ulisse nonostante  che nel programma elettorale come candidato Sindaco Roberto Dipiazza avesse scritto: “va dato atto che lo sviluppo della mobilità ciclabile, avendo come obiettivo a medio termine un 10% degli spostamenti urbani,  può portare numerose ricadute positive alla nostra città: meno smog, meno traffico, più facilità di parcheggio per chi si muove in auto, un’economia più forte grazie al rilancio del commercio locale e del turismo e più a misura di persona.

Oltre a ciò Dipiazza sottoscriveva un mese prima delle elezioni il documento di FIAB Trieste “il Futuro va in Bici”  impegnandosi su 10 azioni da mettere in campo in caso di vittoria. Sottoscrivendo il documento FIAB Roberto Dipiazza si era impegnato a realizzare nei primi 100 giorni del suo mandato “un programma di sviluppo della mobilità ciclabile e del traffico pedonale attraverso l’utilizzo del 10% delle risorse destinate alla manutenzione stradale”, a fare entro il 2016 un bando pubblico per la “realizzazione del Piano quadro per la mobilità ciclabile ed entro il 2017“un piano straordinario per la sicurezza dei percorsi casa-scuola”. Rispetto alle infrastrutture c’era l’impegno a realizzare 2 corsie ciclabili monodirezionali in via Flavia entro il 2017. In programma anche la realizzazione di una ciclabile attraverso il Porto Vecchio, di una connessione tra il viale XX Settembre e via Mazzini e infine la realizzazione di una corsia ciclabile in via Gramsci. Un altro impegno era l’apertura al transito delle biciclette le corsie bus sull’asse via Conti-via D’Azeglio-piazza Ospedale-via Tarabocchia.

Dopo tre anni dal suo insediamento è giunto il momento di fare un bilancio della situazione.

Dei 10 punti sottoscritti da Dipiazza solo uno è stato mantenuto: la previsione nelle “linee di indirizzo della pianificazione urbanistica del Porto Vecchio” di due corsie ciclabili.

A questa va aggiunto il posizionamento in 3 anni di una cinquantina di stalli bici, un numero assolutamente insufficiente a soddisfare la domanda sempre crescente.

Per la ciclabile Trieste Muggia, secondo gli impegni elettorali sottoscritti avrebbero dovute essere realizzate “in via sperimentale 2 corsie ciclabili monodirezionali in via Flavia” entro il 2017. Ad oggi invece il progetto non è ancora disponibile, anche se la presentazione a cura dell’UTI Giuliana dovrebbe essere imminente. 

Sul piano della sicurezza sono state realizzate solo  alcune isole di attraversamento pedonale che oltre a tutelare i pedoni rallentano la velocità delle auto e quindi indirettamente sono utili anche per chi si muove in bici. Ma sono interventi assolutamente insufficienti visti i drammatici dati ISTAT che dicono che nel 2017 a Trieste ci sono stati su strade urbane 10 morti tra cui 4 pedoni, 1081 feriti tra cui 202 pedoni e 36 incidenti che hanno coinvolto bici. Di fronte a questi numeri sarebbero necessari ed urgenti intervanti radicali per aumentare la sicurezza delle strade di Trieste.

E’ stato avviato in marzo un Piano Urbanistico per la Mobilità Sostenibile (PUMS) nell’ambito del progetto “Civitas Portis”, che è nella fase di raccolta delle informazioni e coinvolgimento dei portatori d’interesse. La speranza di FIAB è che finalmente Trieste si possa dotare di una visione moderna e sostenibile della mobilità. Resta il dubbio se i risultati del progetto, che sono comunque di medio lungo termine, saranno recepiti e attuati dagli amministratori visto quanto (non) fatto in questi 3 anni.

Recentemente è stato annunciata per l’ennesima volta (il bando era stato pubblicato a fine 2015) la realizzazione del bike-sharing che sarà pronto solo tra due anni e mezzo.  Ottima iniziativa ma solo se sarà accompagnata da progetti tesi a migliorare la sicurezza dei futuri utenti.

Neppure l’impegno all’apertura delle corsie bus sull’asse piazza Perugino-piazza Goldoni, sebbene sia a costo zero, è stato mantenuto.

Nulla è stato realizzato concretamente per aumentare la sicurezza specifica dei ciclisti, né sul piano della progettazione né sul piano della realizzazione.

Al contrario la presenza sempre più numerosa e continua di cantieri stradali in città crea una forte percezione di pericolo da parte di chi deve pedalare in mezzo traffico.

Sempre sul tema della sicurezza, in campagna elettorale Dipiazza si era scagliato, giustamente, contro la pericolosità del tratto della ciclabile di Campi Elisi che passa davanti alla rampa autostradale. L’assessore all’Urbanistica Luisa Polli aveva per questo annunciato il 20 settembre 2016 in IV Circoscrizione la realizzazione di una bretella ciclabile che sarebbe passata dietro alla rampa. A quasi tre anni di distanza nulla è stato fatto.

Anche il progetto di riqualificazione di via Giulia che inizialmente prevedeva anche una ciclabile, già realizzato dagli uffici comunali e finanziato dalla Regione è stato rifiutato dalla Giunta Dipiazza.

FIAB Trieste in questi 3 anni non è stata con le mani in mano. Abbiamo incontrato  due volte il Sindaco Dipiazza, una  volta con  l’allora Vicesindaco Roberti,  4 volte con l’assessore all’Urbanistica Polli, tre volte i tecnici comunali e partecipato a numerosi tavoli ed incontri dove si è parlato di mobilità. FIAB Trieste in questi confronti ha sempre avuto un approccio costruttivo e propositivo sottolineando le molte ricadute positive che un incremento della ciclabilità genera: qualità della vita,  salute, minore impatto ambientale, ricadute economiche.

Abbiamo continuato a sollecitare la Giunta Dipiazza a mantenere gli impegni presi e a dare una risposta al crescente numero di cittadini triestini  che scelgono la bicicletta per muoversi in città e ai circa 30.00 cicloturisti stranieri all’anno che  scelgono di visitare e pernottare nella nostra bella città.

A questo proposito il sondaggio SWG del 2016 ha evidenziato che alle 3.500 le persone che a Trieste usano la bicicletta con regolarità, se ne aggiungerebbero ben 35.000 se fossero messe in condizione di pedalare in sicurezza.

“Per tutte queste ragioni” dichiara il Presidente Luca Mastropasqua “a tre anni di distanza dal suo insediamento, la FIAB Trieste manifesta grande delusione per l’incapacità della Giunta Dipiazza di dare risposte concrete al bisogno sempre più urgente di sicurezza delle migliaia di cittadini e turisti che si muovono in bicicletta”.

Federico Zadnich, responsabile mobilità urbana dell’associazione, aggiunge che per manifestare questa forte delusione si organizzerà a settembre una ciclo-manifestazione, un tour cittadino per vedere le 10 incompiute simbolo della mobilità ciclistica triestine, al quale saranno invitati a partecipare tutti i cittadini che vogliono una mobilità nuova a Trieste.

Totale visite n°: 407

Sabato 15 giugno alle ore 10.30  si terrà conferenza stampa presso la sede dell’associazione FIAB Trieste Ulisse in via del Sale 4/b. L’associazione di ciclisti urbani e cicloturisti farà un bilancio dell’attività della Giunta Dipiazza sulla promozione della ciclabilità a Trieste a tre anni dalle elezioni comunali avvenute il 19 giugno 2016

“Va dato atto che lo sviluppo della mobilità ciclabile, avendo come obiettivo a medio termine un 10% degli spostamenti urbani,  può portare numerose ricadute positive alla nostra città: meno smog, meno traffico, più facilità di parcheggio per chi si muove in auto, un ecomomia più forte grazie al rilancio del commercio locale e del turismo e più a misura di persona”. Questo scriveva nel suo programma elettorale Roberto Dipiazza ad inizio 2016 candidandosi a Sindaco di Trieste.

Nella conferenza stampa il Presidente di FIAB Trieste Ulisse Luca Mastropasqua ed il responsabile Mobilità Urbana Federico Zadnich confronteranno gli impegni pre-elettorali con le azioni messe in campo in questi 3 anni per rendere più sicuro e comodo il muoversi a Trieste in bicicletta sia per gli spostamenti quotidiani che per il cicloturismo.

Totale visite n°: 60

I nostri amici ELIO e VLADIMIRA ci propongono questa interessante escursione nei dintorni di GORIZIA e lungo l’ Isonzo in terra slovena.
Si parte da Trieste col treno della 7.27. Ritrovo in stazione 7.10 per fare i biglietti in autonomia.
Costo 3.30 euro + 3.50 bici.
Arrivo a Sagrado 8.07, di buon mattino, considerato il caldo sarà un’ ottima scelta.
Veloce sosta caffè e si parte.
Dopo aver passato  il ponte sull’Isonzo, attraversiamo Gradisca con vista del  castello , che – si dice -sia opera di Leonardo da Vinci. Ora in disuso ed in vendita.
Poi con una carrereccia costeggiamo l’ autostrada e ci dirigiamo a Villanova di Farra. Sono zone di vigneti, piacevolmente verdi ed ondulate .
A questo punto una lunga strada secondaria , detta “la strada della Contessa” ,  ci porta al ponte 9 Agosto di Gorizia , tramite anche un distensivo e pittoresco canale di irrigazione.
Passiamo tutta Gorizia e arriviamo a Nova Gorica, dove ci dirigiamo verso il castello di Kromberg, posto su una altura.
E’ un castello appartenuto ai conti Coronini di Gorizia, ora museo e ristorante. Lo raggiungiamo con una breve ma impervia salita, ma la vista ci ricompensa pienamente . Una piccola sosta e, se sara’ possibile, essendo il castello chiuso di sabato, chiederemo in anticipo un permesso speciale per noi.
Tempo visita veloce 20 minuti, e costo 4 euro, per chi volesse . Chi non fosse interessato farà una breve sosta nel magnifico parco.
Si riparte e si ritorna a Nova Gorica e saliamo sul ponte di Salcano, da dove vediamo il ponte ferroviario, il ponte in pietra piu’ lungo del mondo.
Questa struttura, domina l’Isonzo verdissimo ed  e’ usato per Bungee Jumping, frequentemente, dai  più coraggiosi.
Noi andiamo invece alla scoperta della più bella ciclabile della Slovenia da Solkan a Plave , – circa 9 KM- , costruita grazie ai soldi della Comunità Europea.
Appena 15 gg. fa è stato interessata da una frana enorme caduta dal Sabotino, ma ora è in sicurezza e riaperta.
Arrivati a Plave, una piccola sosta prevista nella trattoria e gli ultimi 7 km verso Kanal, una volta Canale d’Istria, città con bellissimo ponte in ferro ed un trampolino di 17 mt per tuffatori che fanno spettacolo.Mangeremo in una trattoria del posto, economica e carina, ma chi non volesse può anche pranzare al sacco.


Pranzo AL SACCO, 
sostenibile per l’ ambiente, adottando questi piccoli accorgimenti: 
EVITIAMO LA PLASTICA USA E GETTA ,portiamo con noi le nostre borracce già riempite,evitiamo piatti, bicchieri o posate di plastica usando contenitori e posate riutilizzabili, riduciamo al massimo le confezioni  dei nostri alimenti (meglio di tutto è usare quelli sfusi), così facendo avremo minori rifiuti da smaltire. 


Dopo la pausa meritata, riprenderemo la strada dell’andata  con piccole variazioni, e da Solkan andremo, se ci sarà tempo, a fare una breve visita al Mausoleo di Oslavia, con ingresso libero, raggiungibile con alcune piccole salite , un po’  impegnative.
A questo punto comincia la discesa verso Gorizia Italiana e la stazione che ci attende con i treni del ritorno.
Km in tutto:  da 65 ai 75 se faremo il giro ad Oslavia.
La gita e’ discretamente facile e con piccole salite, ma teniamo conto del caldo possibile e dei tempi.
orari treni: partenza da Go : 18.19
                  arrivo a Trieste :  19.03
                  costo 3.90 Euro
Bici in ottimo stato, camera d’aria di scorta, casco consigliato.
Accompagnatori Mira Fortuna e Elio Ragnetti
Cell. 340 095 96 86
mail.: e.ragnetti@alice.it
iscrizioni: 
Giovedì 13 giugno in sede dalle 19,30 alle 20,30
Liberalità per Ulisse: 2 Euro

Gita solo per soci Fiab regolarmente   iscritti 2019; in caso di maltempo la gita verrà rinviata ad altra data. Saremo anche in Slovenia,pertanto documenti validi per l’espatrio.

Il Gruppo Gite Fiab Trieste Ulisse

Totale visite n°: 62

Il

Il nostro socio ed amico Vilson ci propone per DOMENICA 9 giugno questa interessante e un po’ impegnativa escursione all ” Jezero Klivnik” – lago di Klivnik, che in realtà è uno sbarramento diga/argine costruito nel 1987, promosso dall’associazione dei pescatori di Bistrica, e racchiude uno specchio d’acqua di ca 36 ettari per uno sviluppo in lunghezza di 2800 metri ed una profondità massima di 28 metri. 
Si pescano vari tipi di trota e luciperche. 
Il percorso si snoda fra paesaggi spettacolari e riposanti del Carso sloveno,  sarà di circa  62 km. su sterrati e asfalto,  con vari saliscendi, anche impegnativi con un dislivello totale superiore ai 1000 metri. 

ALTRE INFO UTILI 

Partenza da Kozina alle ore 9.00 dall’Istarska ulica, parcheggio davanti al bar Fontana o dall’altro lato della via, davanti alla biblioteca. 
Bici MTB , E- BIKE adatte, in ottimo stato, camera d’aria di scorta, casco consigliato.

Saremo in Slovenia, pertanto documenti validi per l’espatrio.

Pranzo AL SACCO, 
sostenibile per l’ ambiente, adottando questi piccoli accorgimenti: 
EVITIAMO LA PLASTICA USA E GETTA ,portiamo con noi le nostre borracce già riempite,evitiamo piatti, bicchieri o posate di plastica usando contenitori e posate riutilizzabili, riduciamo al massimo le confezioni  dei nostri alimenti (meglio di tutto è usare quelli sfusi), così facendo avremo minori rifiuti da smaltire. 

ISCRIZIONI 
Giovedì 6 GIUGNO , in sede dalle 19 alle 20.30 oppure
e-mail: vilson@alice.it oppure cell. 3703071290. Gita riservata ai soli soci Fiab 2019, possibilità iscrizione anche alla partenza. Liberalità pro ULISSE soliti 2 Euro. 
In caso di meteo avverso l’ escursione sarà rinviata ad altra data. 
qui traccia GPX 

IL GRUPPO GITE FIAB TRIESTE ULISSE 

Totale visite n°: 170

Si partirà da Storje   per scendere poi nella bellissima Val Rasa, continuare lungo la val Branjca ed arrivati alla fine della valle risalire  verso Komen  per poi ritornare con dolci sali e scendi verso Dutovlje proseguendo per Sepulje ed infine ritornare al punto di partenza.
Ritrovo : piazza Oberdan ore 9da qui ci sposteremo con le macchine a Storje, chi preferisce può raggiungerci direttamente a Storje nel  parcheggio del cimitero – chiesetta di Sv. Ivana (vedi immagine allegata ) Partenza da Storje ore 9.45km 60  – dislivello 850 mtdifficoltà media – 40% strade sterrate di buon livello 70% asfalto.

 
Si ricorda che siamo in Slovenia, per cui documento valido al seguito. Bici  consigliata MTB o Bici trekking   in ottime condizioni, con camera d’aria di scorta, casco consigliato.
Pranzo al sacco sostenibile per l’ ambiente, adottando questi piccoli accorgimenti:
EVITIAMO LA PLASTICA USA E GETTA
portiamo con noi le nostre borracce già riempite,evitiamo piatti, bicchieri o posate di plastica usando contenitori e posate riutilizzabili, riduciamo al massimo le confezioni  dei nostri alimenti (meglio di tutto è usare quelli sfusi), così facendo avremo minori rifiuti da smaltire.

Infine si chiede di ottmizzare il viaggio in auto indicando richiesta o disponibilità ad ospitare altre persone in macchina.

Scarica qui traccia GPX per navigatore GPS

Liberalità pro Ulisse: 2 euro. Gita solo per Soci Fiab.(Si può eventualmente rinnovare durane la gita) 

Iscrizioni giovedì 30 in sede, siccome a fine gita è prevista una sosta  conviviale all’agriturismo di  Majcni, vicino a Storje vi chiedo di manifestare il vostro  interesse al momento dell’iscrizione.

Capo gita :Tiziana Ugo 328 082 9506  

Il Gruppo Gite Fiab Trieste Ulisse

Totale visite n°: 119

In primo piano

Dipiazza tradisce gli impegni sulla ciclabilità

Neanche un metro di ciclabile realizzato in 3 anni a Trieste. Questa la costatazione che fa l’associazione di ciclisti urbani FIAB Trieste Ulisse nonostante  che nel programma elettorale come candidato Sindaco Roberto Dipiazza avesse scritto: “va dato atto che lo sviluppo della mobilità ciclabile, avendo come obiettivo a medio termine un 10% degli spostamenti urbani,  […]

DOMENICA 16 GIUGNO 2019 DA SAGRADO A CANAL ( SLO )

I nostri amici ELIO e VLADIMIRA ci propongono questa interessante escursione nei dintorni di GORIZIA e lungo l’ Isonzo in terra slovena.Si parte da Trieste col treno della 7.27. Ritrovo in stazione 7.10 per fare i biglietti in autonomia.Costo 3.30 euro + 3.50 bici.Arrivo a Sagrado 8.07, di buon mattino, considerato il caldo sarà un’ […]

EVENTO REGIONALE FIAB DOMENICA 7 APRILE 2019

DOMENICA 7 APRILE andiamo tutti a S.Giorgio di Nogaro  a festeggiare la nuova sezione FIAB ….la BASSA IN BICI.Ecco il testo e in allegato il volantino del loro invito:.”…..il 7 aprile vi aspettiamo tutti per il tour in bici fra i boschi planiziali della bassa friulana. 37 km di strade poco trafficate e sterrato. Una visita […]