Pronta a fine mese la ciclabile Grado-Belvedere

di ANTONIO BOEMO GRADO

Riprendono oggi i lavori per completare il tratto di pista ciclabile Grado-Belvedere che sarà pronto per fine gennaio. Con un mese di ritardo, dunque, rispetto alle più recenti previsioni (l’ultimazione era prevista per la vigilia di Natale) a causa delle recenti mareggiate che hanno provocato danni alle opere di difesa verso la laguna (la ciclabile corre lungo la translagunare sul lato dell’isola di Barbana). Lavori che sono poi stati ulteriormente rallentati dalla pioggia e dalle neve. E’ la nuova tempistica concordata nel corso di un incontro fra responsabili della Provincia di Udine (che è capofila della cordata di enti pubblici che si occupano della realizzazione della ciclabile Grado-Palmanova) e quelli della ditta appaltatrice. E sono stati proprio quest’ultimi a mettere in evidenza come il riparo in terra che era stato sistemato a protezione verso la laguna sia stato asportato dalle mareggiate costringendo a prendere decisioni diverse dando maggiore solidità all’opera. Infatti, con una spesa di alcune decine di migliaia di euro reperiti dalla Provincia negli specifici capitoli finanziari riservati a eventuali danni, è stato deciso di realizzare una protezione in cemento. Dunque la massicciata in pietre ha tenuto, ma la terra è sparita con il moto ondoso. Dato che al momento non è previsto che venga sistemata alcuna protezione, alcun parapetto verso la laguna poiché non ci sono i fondi disponibili, a delimitare la ciclabile verso la laguna ci sarà una fascia d’erba e un rinforzo in cemento. Tutte le macchine operatrici per ultimare il lavoro della ciclabile sono già sul posto e oggi saranno rimesse in funzione. In un primo tempo gli operai procederanno al consolidamento della protezione verso laguna, poi a ultimare la fresatura e la rifinitura della base della ciclabile. Infine si procederà alla posa dei lastroni in cemento. Tutte opere che, come detto e concordato nel corso dell’incontro svoltosi a Udine, si dovrebbero concludere entro la fine di gennaio, cioè entro una quindicina di giorni. La splendida panoramica ciclabile che corre lungo la translagunare sarà però, per il momento, come precisa l’assessore al Turismo della Provincia di Udine, Franco Mattiussi, priva di una staccionata o in ogni caso di un parapetto di protezione. Per farlo è indispensabile trovare nuovi finanziamenti. Una notizia questa che probabilmente non mancherà di innescare qualche polemica politica poiché il capitolato iniziale lo prevedeva. Il tratto Grado-Belvedere si collegherà poi a quello che porta ad Aquileia e prosegue verso Cervignano e Palmanova. Nel tratto da Belvedere ad Aquileia, fino alla zona del foro di Aquileia vicino alla Basilica, sono già state asportate, e portate in Germania per lo smaltimento, le traversine della vecchia ferrovia. Lungo questo tratto i lavori riprenderanno a partire dalla prossima settimana per concludersi nel mese di marzo (la Provincia aveva concesso una proroga fino al 9 del mese ma ci sono state le sospensioni causate dal maltempo e la ditta ha chiesto un ulteriore rinvio fino a fine marzo). Se no n interverranno altre problematiche, prima di Pasqua si potrà utilizzare la ciclabile fino alle porte di Terzo.

Totale visite n°: 304