Istria Sud – Medolino e parco naturale di Promontore
Domenica 6 giugno 2010

Descrizione
La meta dell’escursione di domenica prossima 6 giugno è l’estremità più a sud della penisola istriana.

L’itinerario toccherà principalmente le località di Medolino (Medulin) , Pomer , Bagnole (Banjole) , Olmi (Volme) e Promontore (Premontura).

Il percorso, di circa 45 Km, presenta scarsi dislivelli, – la massima elevazione è circa 50 metri – , e si snoda in parte su strade secondarie asfaltate ed in parte su sterrato non particolarmente difficile.

Da Medolino si partirà in direzione sud-est, lungo il mare, su asfalto e poi si volterà decisamente a sinistra (da qui sterrato) per salire sulle modeste alture a nord del paese; si passerà vicino ad una immagine sacra (S.Antonio) per poi incrociare la strada che collega Medolino a Lisignano; attraversatala, ancora su sterrato facile si proseguirà in una bella zona boschiva (monte Vercivan) per poi arrivare sulla strada Pola-Medolino.

Seguirà un tratto di asfalto lungo questa strada in direzione nord-ovest, poi una deviazione su sterrato per passare vicino ad una chiesetta dedicata a S.Pietro ed ad un maneggio, e poi di nuovo ci troveremo sulla strada principale (fin qui 11 Km).
Si proseguirà ancora in direzione nord per le case di Sieve, i paesini di Sichici , Vincural e Baniole per altri 11 Km fino all’incrocio con la strada Pola Promontore;

Da qui inizia la parte più remunerativa dell’itinerario.

Dopo un breve tratto di asfalto si proseguirà su facile sterrati sulle prime alture della penisola di Promontore con vista panoramica della zona e poi si scenderà verso sud per incrociare per un momento ancora la strada asfaltata , (punto che si toccherà anche al ritorno), per arrivare successivamente all’ingresso del parco.

Da questo punto l’itinerario, sarà leggermente più impegnativo, ma sicuramente più divertente per chi possiede un minimo di tecnica di mountain-bike.

La penisola è comunque servita da una strada bianca carrozzabile che da Nord a Sud la traversa tutta e che sarà raggiungibile da diversi punti del nostro itinerario per chi volesse evitare qualunque difficoltà ed optare per un percorso più agevole o più corto.

Nel parco ci troveremo nella parte più bella della gita; ci troveremo quasi sempre vicino al mare, fra spiagge e baiette rocciose in un ambiente ricco di vegetazione mediterranea splendida; consiglio, se possibile, di seguire questo tracciato magari portando a mano la bicicletta nei punti più impegnativi.

In questa zona , verso Capo Promontore, sosteremo per il pranzo al sacco; facoltativo bagno in mare (fin qui Km 34).

Al ritorno percorreremo ,sempre su sterrato, in direzione Nord, la costa della penisola di Promontore per arrivare all’omonimo centro abitato.

Da qui in poi in discesa, su strada asfaltata, fin dove attraverserseremo il braccio di mare che divide la penisola di Promontore da quella istriana, percorrendo uno stretto e lungo pontile (bici a mano per chi non è sicuro), lasciando a sinistra il braccio di mare chiuso chiamato la “peschiera”, famosa per gli allevamenti delle ostriche, e così arriveremo a Pomer.

Poi, verso est, per concludere la gita a Medolino, ci attenderà ancora un ultimo tratto in parte sterrato con un’ultima lieve salita, ripagata dalla spendida vista della baia (tot Km 47).

Come si intuisce dalla descrizione l’itinerario presenta diversi punti di congiunzione tra andata e ritorno per cui sarà possibile adottare varianti più corte, al momento, in caso di necessità.
Programma:

Ore 8.00 ritrovo presso la nuova piscina di Campo Marzio (Ippopotamo) e organizzazione autovetture

Ore 8.15 partenza.

Ore 8.45 circa breve sosta subito dopo la barriera Croata al confine del Dragogna per compattare i “Vignetta SI/vignetta NO” e altri dispersi.

Ore 10.30 arrivo a Medolino parcheggio nella zona del porto turistico e partenza appena pronti.

Ore 13.00 circa sosta per il pranzo al sacco.

Ore 18.00 circa ritorno a Medolino.

Ore 20.00 circa arrivo a Trieste.

Dettagli:

Lunghezza del percorso: circa 47 chilometri.

Difficoltà: facile, con una parte in single-track mediamente impegnativo

Fondo:misto asfalto e fondo naturale quasi sempre buono.

Dislivello due salite di meno di 50 metri.

Note:

Il giro è adatto a bici tipo mountain-bike o da trekking.

E’ richiesto di avere la bici in buono stato, con buoni freni luci anteriori e posteriori e camere d’aria di scorta.

IMPORTANTE ! Ricordarsi un documento valido per l’espatrio.

Costume e asciugamano per chi vuol fare il bagno.

A fine gita, per chi lo desidera, sosta in agriturismo tra Verteneglio e Buie (o diverso: si accettano suggerimenti solo se provenienti da fonte sicura)

Gita solo per soci Ulisse in regola con il canone: costo € 1 liberalità pro Ulisse

Info e iscrizioni in sede giovedì 3 giugno dalle 19.00 alle 20.30

Capogita Giorgio N.

Cell 3319067385

info@ulisse-fiab.org

qui sotto la mappa del percorso:

Totale visite n°: 563