BICI LIBERA TUTTI

25 marzo – 2 aprile 2016 Pasqua in bici nella Sicilia occidentale

Due ruote in ascolto nella Sicilia di Danilo Dolci precursore dell’antimafia

Da tempo sognavamo di un cicloviaggio in Sicilia attraverso le terre confiscate alla mafia e restituite alla legalità. Libera e Terra: un binomio potente. Parla di coraggio, ribellione, giustizia, dignità, fierezza. Parla di comunità che prendono coscienza, si organizzano, crescono.

Parla del rivoluzionario lavoro di Danilo Dolci, poeta, pedagogo e architetto, tre volte candidato al premio Nobel per la Pace, promotore della lotta non violenta alla mafia e del riscatto sociale di una Sicilia tenuta in ostaggio dalla miseria e provata dalla devastazione del terremoto del Belice.

E’ attraverso questo messaggio che vogliamo portarvi con le bici, lasciandoci inondare dalla sua forza positiva, creatrice di futuro. Vogliamo pedalare in ascolto dei racconti fatti di luce, rocce, acque, della primordiale terra siciliana e dei racconti delle persone che con determinazione difendono la libertà e la legalità di questa terra.

mappa #BLT

Descrizione TAPPE:

 Venerdì 25/3: volo da Ronchi (partenza alle 17.50) a Trapani e trasferimento in bus a Palermo

1 ^ TAPPA-sabato 26/3: mattina a Palermo, pedalata urbana quindi lungo la costa toccando Mondello e raggiungendo Sferracavallo (tappa facile di 35km)

2 ^ TAPPA-domenica 27/3: da Sferracavallo pedaliamo fino al monumento che ricorda la strage di Capaci dove sono stati uccisi il giudice Falcone, sua moglie e i 3 agenti della scorta. Quindi sosta a Cinisi (città di Peppino Impastato). Si prosegue per Trappeto per  conoscere da vicino l’esperienza di Danilo Dolci (tappa facile di 45km)

3 ^ TAPPA-lunedì 28/3: da Trappeto pedaliamo verso Partinico e il lago Poma (2 luoghi centrali nelle vita di Danilo Dolci) per poi seguire la costa fino a Castellamare. Chi vorrà nel pomeriggio potrà raggiungere   la tonnara di Scopello e la vicina Riserva dello Zingaro. (tappa di difficoltà media, 54km fino a Castellamare con delle salite)

4 ^ TAPPA-martedì 29/3: lasciamo la costa in direzione del tempio greco di Segesta (pranzo). Nel pomeriggio arrivo a Gibellina Nuova dove incontreremo il CRESM – Centro di Ricerche Economiche e Sociali per il Meridione (tappa di difficoltà media di 45km)

5 ^ TAPPA-mercoledì 30/3: Iniziamo la giornata visitando i ruderi di 2 villaggi abbandonati dopo il terremoto del Belice del 1968. Quindi, attraverso il movimentato paesaggio primaverile dei Monti Sicani raggiungeremo Campofiorito (tappa molto impegnativa di 72km)

 6 ^ TAPPA-giovedì 31/3: Raggiunta Corleone punteremo verso San Cipirello (visita alla “Cantina 100 passi” che produce vino su terreni confiscati alla Mafia). Quindi lungo una strada che corre prevalentemente su una ex ferrovia raggiungeremo prima Piana degli Albanesi e poi Santa Cristina di Gela (tappa impegnativa di 65km)

7 ^ TAPPA-venerdì 1/4: da Santa Cristina di Gela raggiungiamo Monreale dove visiteremo la famosa Cattedrale per poi arrivare  attorno all’ora di pranzo a Palermo (tappa facile di 35km)

Sabato 2/4: intorno alle 11 dovremo prendere il pullman che ci porterà all’aeroporto di Trapani. Il volo per Ronchi atterrerà alle 16.15

In allegato trovate:

  1. Descrizione BiciViaggio
  2. Scheda servizi BiciViaggio
  3. Modulo di Iscirizione BiciViaggio
  4. Modulo iscrizione CTS
  5. Utile da sapere prima di iscriversi

PARTECIPAZIONE e ISCRIZIONE:

  • livello difficoltà: dato il chilometraggio e il dislivello di alcune tappe, il viaggio è impegnativo ed adatto a persone che hanno già esperienza di cicloviaggi
  • tesseramento: la partecipazione è riservata ai soci FIAB è inoltre necessario tesserarsi anche presso il CTS

 

bici noleggiate in loco incluse nel pacchetto viaggio

IMG_6007 verso Segesta

IMG_5958 golfo di Castellamare

IMG_6148 Valle del Belice

IMG_6172 verso Corleone

 

Totale visite n°: 1279